Tag Archives: avatarnemo

ANALISI PSICOLINGUISTICA – ELEZIONI REGIONALI 2020 IN CALABRIA

Standard

FLAMEL ha applicato una parte delle proprie tecnologie proprietarie al mondo del web allo scopo di analizzare lo scenario relativo alle imminenti Elezioni Regionali in Calabria in merito ai candidati ed a come questi vengono percepiti rispetto ai principali temi delle rispettive campagne elettorali.

This image has an empty alt attribute; its file name is 2019_elezioni-regionali2piccola.jpg

L’analisi psicolinguistica è una branca specializzata del neuro marketing le cui basi teoriche risalgono a circa un secolo fa, ma il cui enorme sviluppo è avvenuto dagli anni ‘60, con l’esplosione del settore della comunicazione di marchi e prodotti. La psicolinguistica studia la categorizzazione di individui o gruppi di individui, in elementi di valore e carattere basati sul tipo di parole che vengono usate per esprimersi.
Per fare un esempio, se l’analisi del sentiment è in grado di capire se stiamo parlando bene o male di un determinato partito politico, argomento o azienda, la psicolinguistica identifica che tipo di persona ha prodotto quelle affermazioni e può creare una segmentazione di tutto pubblico. Ciò consente di identificare il linguaggio e il messaggio corretti da mettere in relazione con il pubblico target, migliorando così la relazione.

This image has an empty alt attribute; its file name is image-1-1024x509.png

Ancorchè la piattaforma FLAMEL sia in grado di acquisire contenuti provenienti dall’internet e dai social media pubblicati anche in anni passati, l’arco temporale su cui si è basata la ricerca è: 14 dicembre 2019 – 14 gennaio 2020.

È stata analizzata la percezione dell’elettorato confrontando i candidati alla carica di Governatore della Regione Calabria con i temi della campagna elettorale, in dettaglio:

  • Jole Santelli (centro-destra)
  • Filippo Callipo (centro-sinistra)
  • Francesco Aiello (Movimento 5 Stelle)
  • Carlo Tansi (liste civiche)
Image result for calabria 2020 candidati

I temi provenienti dalle campagne elettorali dei candidati oggetto della ricerca sono stati: disoccupazione, eolico, liste pulite, reddito di cittadinanza, infrastrutture e trasporti, ambiente, legalità, digitale, sostenibilità, meritocrazia, scuola e ricerca, fondi europei, Zona Economica Speciale (ZES), urbanistica, sanità.

La percezione complessiva dei quattro candidati si presenta sostanzialmente eterogenea. Relativamente all’ambito temporale Santelli risulta con un chiaro orientamento al passato di tipo razionale, mentre gli altri candidati si posizionano verso il futuro (percezione di cambiamento) in tre distinti modi: Callipo razionalmente, Aiello emotivamente e Tansi quasi neutralmente.
Rispetto ai temi della campagna elettorale, Callipo presenta valori medi di maggiore prossimità, seguito da Tansi e Santelli. Aiello risulta essere il candidato con la maggior distanza affettiva rispetto ai temi stessi.

This image has an empty alt attribute; its file name is image-2-1024x548.png

Analizzando il dettaglio è possibile osservare che argomenti come: digitale, legalità, sostenibilità, urbanistica e ambiente risultano essere distanti dalla percezione dei candidati, forse a sottolineare una loro ridotta importanza rispetto a ciò che rappresenta una maggiore priorità da parte dell’elettorato. Infatti i temi che presentano la minor distanza affettiva sono: disoccupazione, liste pulite, scuola e ricerca e sanità. Si avvertono peraltro distonie tra i candidati soprattutto in merito a: Zona Economica Speciale, fondi europei, reddito di cittadinanza e turismo.

Per quanto riguarda i tratti valoriali, per Santelli la percezione è marcatamente orientata verso valori eroici caratterizzati da tratti caratteriali legati al comportamento d’attacco e la necessità di una guida. Ciò forse a rappresentare l’identificazione del candidato come individuo piuttosto che come rappresentante di un partito o di una coalizione politica.
Callipo viceversa si presenta caratterizzato da valori razionali con tratti caratteriali basati sulle differenze e sulla positività del messaggio. La percezione risulta quindi legata alla rottura col passato e al premiare meriti conseguiti.
Aiello e Tansi risultano entrambi legati a valori di tipo sistemico, sebbene per il primo prevalga come tratto caratteriale un ambiente in continuo cambiamento mentre per Tansi sono il comportamento difensivo e l’offerta di garanzia a rappresentare le principali caratteristiche di percezione dell’audience.

This image has an empty alt attribute; its file name is image-3-1024x573.png

Proprio quest’ultimo risulta essere il candidato con la minore distanza affettiva dall’elettorato, seguito da Callipo che distanzia decisamente sia Aiello che Santelli. Per quanto riguarda invece il consenso è Callipo a presentare i valori più significativi. Dopo di lui Tansi e Santelli, mentre Aiello risulta notevolmente indietro.
Rispetto alla percezione nei confronti della credibilità è possibile osservare che Tansi precede Callipo e Aiello, mentre Santelli si presenta con una decisa distanza dal benchmark di riferimento.
E’ curioso notare che la distanza affettiva di Santelli rispetto alla sua prossimità nei confronti del concetto “governo” appare decisamente la migliore nei confronti di Callipo e Tansi con Aiello estremamente lontano, ma analizzando invece “governabilità” emerge un risultato differente. Callipo precede infatti Tansi mentre Santelli si presenta con un netto distacco, superata in questo solo da Aiello.

A personal experiment on Artificial Intelligence writing

Standard

This image has an empty alt attribute; its file name is on-writing-history-1024x784.jpg

I want to try artificial intelligence in text creation just to demonstrate that the machine is already able to write like a human.

I am exposed to AI for my job – my friends and relatives can already play AI games on my phone – but I just want to go for a few extra levels of automation. I have an Android phone and I have the latest version of Emoji. What is more, I would like to put that to good use in the way I work and spend my time. One of my projects is to come back and implement this full automation. For me, an AI-emoji is the gold-standard. How might a person integrate AI-emoji? I also believe that the machine will act as an interesting resource to get some creative juices flowing. The applications of unsupervised learning have been overplayed for some time now, and yet sometimes it still needs to be used sparingly and creatively. I would love to be able to use supervised learning in the context of writing, or to see how to do so more effectively.

Of course there are tons of mistakes that can be easily pointed out as well. As I’m running a blog it’s really important that I write coherently and correctly about topics that make sense to me. There will be a lot of topics I have not even thought about for the past few years.

This image has an empty alt attribute; its file name is jamesfrancohowl.jpeg

So what am I looking for in the trainable models? The most successful algorithms can already build beautiful, intuitive models. I am looking for a little more confidence that will allow to build a more accurate result.
It does what a human would do. I’m not necessarily trying to promote machine learning or AI. I’m hoping that by opening up the machine to this particular task, by combining the soft and hard skills, we will also open up the computer to a broader range of use cases in the future.

In contrast to your work on ‘Deep’ and ‘Fluffy’ which were much more poetic and dystopian, you have been actively interested in exploring spaces where the machine makes humans smarter, that both scientists and the general public might not think about too much at the moment.
Since we can’t test it in an actual writing environment, I decided to write it in an artificial intelligence environment. In this artificial intelligence environment, the computer has to memorize all the popular traditional, British English styles (we’ll call these top-vowels and beveled, some examples: l, n, m, r, s, v, k) that don’t change, that’s why it doesn’t even know the root of the word. It has to build this similarity and do this automatically.

Another reason is it’s an interactive and concrete test. The users will not get bored and will like it. I wanted to interact a bit more with it and add different words. Some of them were not actually those words, but generally interesting words or phrases. A bot that writes poetry?

I found that bots usually think they can write poetry. Is that true?

As far as I know, machine translation just translates words (i.e. you translate “I love you” into Russian and you get “?????????? ?? ??????? ??”. What are the best ways to make better characters? Can a human copy good-quality output from an AI?

This image has an empty alt attribute; its file name is robot-writing_1024.jpg

For the first time, researchers from Carnegie Mellon University (CMU) found that a computer made substantial progress in text generation, with one-third of their English-language text generated with programs and one-quarter that were derived from human-made paragraphs of text.

The researchers ran more than 5 million attempts to improve their multi-layered character generator. These text experiments demonstrated that the program eventually managed to generate new grammar rules that consistently produced human-made paragraphs within about 3.2 percent of their entire production run.

I love artificial intelligence in text creation, so by this I mean I like to interact with the text and find people’s code fragments, which I can put into pictures. The real software, in a way, is simply I give the people a picture, and then I ask them to let me do what they’re doing with their images. So, there’s definitely a lot of things that I’d like to achieve, but I haven’t really found a way yet. I’m still working on it, I’m still looking for the best ways to make it as interesting as possible.

This image has an empty alt attribute; its file name is wp4533109-1024x768.png

Do you think the robots are going to be a viable alternative for writers, and do you foresee there being more writers that rely on technology in their art?

Well…think about that all previous text has been created by the machine and not by me!

http://www.contardi.eu/2019/12/31/artificial-intelligence-writing/